Armenia: Antichi Monasteri! (2 Pax)

1o giorno – Arrivo all'aeroporto Zvartnots  di Erevan – Trasferimento in albergo – Pernottamento a Yerevan

2o giorno – Echmiadzin (sede del catholicos ),  la chiesa di Santa Ripsima (patrimoni dell'umanità UNESCO) – La Cattedrale di Zvartnots – Visita al Tsitsernakaberd (Il memoriale del Genocidio) –Pernottamento a Yerevan (C_P_ -)

Colazione in albergo. Incontro con la guida e giro panoramico della città: Piazza della Repubblica, Opera, la statua di Madre Armenia. Proseguimento con la visita al commovente Museo del Memoriale Genocidio Armeno del 1915 “Tsitsernakaberd”.

Partenza per la città di Echmiadzin, e visita alla Cattedrale del VII sec., il nome del luogo significa “L’unigenito è disceso poiché, secondo la leggenda, Cristo apparve a San Gregorio l’Illuminatore. Santa Echmiadzin è il centro di riferimento spirituale di tutti i cristiani armeni.  Nel 2000 è stata inclusa nella lista dei patrimoni dell'umanità UNESCO insieme al sito archeologico di  Zvartnots ed alle chiese di Santa Ripsima, di Santa Gaiana e di Shoghakat. Visita alla Chiesa di Santa Ripsima.

 Nella sua "Storia degli armeni", risalente al V secolo, lo storiografo Agatangelo scrisse che la giovane e bella Ripsima (Hripsimé) era una suora di Roma costretta con la forza a sposare l'imperatore Diocleziano. Per evitare che il matrimonio avesse luogo, lei, la sua badessa Gaiana ed altre suore fuggirono dal monastero di Edessa e si rifugiarono in Armenia. Qui il re pagano Tiridate III ricevette una lettera da  parte dell'imperatore romano in cui quest'ultimo descriveva la bellezza di Ripsima. Dopo aver scoperto il luogo in cui le donne si nascondevano, Tiridate III si innamorò di Ripsima prima e di Gaiana poi. A seguito del rifiuto oppostogli dalle due suore, Tiridate decise di farle torturare ed uccidere. Sul luogo in cui trovò la morte Ripsima sorge la chiesa a lei dedicata, così come sul luogo in cui fu martirizzata Gaiana fu costruita l'omonima chiesa. Dove vennero uccise le loro 38 compagne venne invece costruita la chiesa di Shoghakat. Poco dopo la morte delle martiri cristiane il re Tiridate III si convertì grazie a sanGregorio l'Illuminatore e fece dell'Armenia il primo regno cristiano della storia.

Rientro a Yerevan con sosta presso le rovine della cattedrale Zvartnots, una perla d’architettura armena del VII sec. che fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO.  Quest’opera dell’architettura armena è stata costruita per volere del Catholicos Nerses III°, detto il costruttore, tra il 643 e il 655. Il nome Zvartnots, che significa allegro, rappresenta, secondo uno storico del 7° sec. La cattedrale non ha avuto una lunga vita, infatti nel 930 un terribile terremoto la trasformò in un cumulo di rovine e rimase sepolta fino alla sua riscoperta all'inizio del XX secolo. Nel sito si compirono scavi fra il 1900 e il 1907, che portarono alla luce le fondamenta della Cattedrale, i resti del palazzo del katholikos e una cantina. Ritorno a Yerevan, pranzo in un ristorante locale. Cena libera.

3o giorno – Monastero di Khor Virap – Monastero di Noravank –Pernottamento a Yerevan (C_P_ -)

Colazione in albergo. Partenza per il Monastero di Khor Virap, famoso luogo di pellegrinaggio, visitato anche da Papa Giovanni Paolo II.  L’ importanza del monastero e` legata al fondatore del Cristianesimo in Armenia - Gregorio l'Illuminatore. La leggenda narra che Il re pagano Tiridate III tenne San Gregorio l’Illuminatore, reo di aver professato e diffuso il cristianesimo, imprigionato per 12 anni in un pozzo (khor virap significa “pozzo profondo”) dove alcune donne cristiane gli portavano cibo in gran segreto. Pranzo.  Noravank   è un monastero del XIII secolo. È situato a 122 km da Yerevan in una stretta gola del fiume Amaghu. La gola è nota per la sua altezza e per le pareti a picco di colore rosso mattone poste di fronte al monastero. Il cuore del monastero è costituito dalla chiesa a due piani di S. Astvatsatsin, la Santa Madre di Dio in armeno. L'accesso al secondo piano è garantito da una stretta scala di pietre sporgenti dalla facciata della costruzione. Nei secoli XIII e XIV il monastero divenne residenza dei vescovi di Syunik e, di conseguenza. un importante centro religioso e, in seguito, culturale dell'Armenia. Cena libera.

 

4o giorno  – Monastero di Sevan  – Il cimitero di Noraduz (C_P_ -)

Colazione in albergo. Partenza per il Monastero di Sevan (conosciuto anche col nome “Mariamashen”, costruito da Mariam) che si trova a est della citta' di Sevan, fu fondato sull'isola di Sevan (ora penisola). Dagli scavi si deduce che questo luogo fu abitato sin dall'era neolitica. Come testimonia l'iscrizione sul muro sud della chiesa di S. Arakeloz, la costruzione e l'ampliamento del monastero del 9˚ secolo e' legato alla principessa Mariam, figlia di Ashot 1˚ Bagratuni (fondatore della dinastia dei Bagratuni). Il monastero fiorisce durante la guida di Mashtoz Yeghivardezi.  Il complesso e' costituito da due chiese, dalle rovine del gavit, dalle celle parzialmente ricostruite dei monaci, dalla biblioteca e dalle fondamenta della chiesa di S. Harutiun. La chiesa S. Astvazazin e il gavit vicino non esistono piu'. Tutte le costruzioni del complesso si trovano sulla parte sud-ovest della collina e guardano il lago Sevan. Sono conservate anche le fondamenta dei muri interni ed esterni del complesso e costruzioni residenziali.

 Pranzo. Proseguimento con la visita al Cimitero di Noraduz.  Il Cimitero di Noraduz è un cimitero medioevale con un gran numero di khachkar che sorge in Armenia nel comune di Noratus, non lontano da Gavar capoluogo della regione di Gegharkunik.Attualmente, dopo la distruzione del cimitero medioevale di Julfa (Nakhchivan) ad opera degli azeri, rappresenta la più grande distesa di khachkar.Sono circa ottocento le steli che si trovano nell'area ed hanno una datazione che varia tra il IX ed il XVII secolo. Il cimitero si sviluppa su circa sette ettari e comprende anche una piccola chiesa. Cena libera.

5o giorno – Tempio di Garni – Monastero di Geghard – Pernottamento a Yerevan (C_P_ -)

Colazione in albergo. Partenza per il Tempio Pagano di Garni. Il tempio fu edificato nel I secolo d.C. dal re Tiridate I di Armenia e la costruzione fu finanziata grazie al denaro che il re armeno ricevette dall'imperatore Nerone durante la sua visita a Roma. Il tempio era dedicato al dio Mitra. La copertura dell'edificio è sorretta da 24 colonne di ordine ionico. Diversamente da altri templi greco-romani, quello di Garni presenta un basamento di basalto.  Questo tempio e` una meraviglia fra i templi d’Oriente. La sua unicità risiede nel fatto che è l’unico esempio dell’ Architettura Ellenistica nel territorio dell’Armenia Attuale e del Caucaso.Il fantastico paesaggio della gola di Garni colpisce l’immaginazione.

Pranzo.

Il Monastero di Geghard è il capolavoro insuperabile dell'architettura armena del XIII secolo. Alcune delle chiese del complesso sono magistralmente scavate in una roccia enorme. Fin dall'inizio il complesso fu chiamato Ayrivank (monastero rupestre), in seguito fu ribattezzato Geghard (lancia), poiché la lancia utilizzata dal soldato romano per pungere la parte di Gesù Cristo, fu tenuta in questo monastero per molti secoli. Grazie alla sua costruzione, Geghardavank è il posto migliore per cantare canzoni spirituali. Il complesso è ricco di raffinati abbellimenti scultorei e di molti sorprendenti khachkar (pietre incrociate). Cena libera.

 

6o giorno – La Chiesa Karmravor – La Fortezza di Amberd – Pernottamento a Yerevan  (C_P_ -)

Colazione in albergo. Partenza per la città di Ashtarak, (che significa "torre" in armeno), affacciata sulla gola del fiume Kasagh. Visita all’antica chiesetta  Karmravor.  La chiesa è una delle chiese più affascinanti dell'Armenia. Si trova non troppo lontano dalla città di Ashtarak. La costruzione della chiesa ebbe luogo nel VII secolo e fu iniziata dai sacerdoti Manas e Gregorio. La chiesa è molto piccola, ma è già riuscita a guadagnare un pò di attenzione. La cupola è di particolare interesse. È del colore rosso, che è il motivo principale per cui la chiesa è chiamata Karmravor (che significa "rossastro"). Ha anche il nome di St. Astvatsatsin (Santa Madre di Dio). L'edificio è  fatto di tufo marrone. C'è anche un muro asimmetrico che circonda la chiesa. Proseguimento per il monastero di Hovhannavank, un monastero cristiano dedicato a San Giovanni Battista. Proseguimento per Amberd, a 2.300 m. dove si gode uno splendido panorama sui monti Ararat e Aragats. Pranzo.

 Proseguimento per la fortezza principesca di Amberd. La fortezza è stata costruita dal XI al XIII sec. Amberd era probabilmente solo la residenza estiva dei principi, con un vasto palazzo fortificato ed un borgo per i servi senza alcuna fortificazione. Accanto a questo edificio secolare vi è una chiesa costruita nel 1026 dal duca Vahram Pahlavuni.  Amberd era probabilmente solo la residenza estiva dei principi, con un vasto palazzo fortificato ed un borgo per i servi senza alcuna fortificazione. Il luogo era importante sia perché vicino ai pascoli montani dell’Aragats, dove durante l’estate i pastori dei principi conducevano una vita nomade con i loro greggi, sia perché non lontano dalle sorgenti, perfettamente controllabili, dell’intero sistema idrico che forniva l’acqua ai territori sottostanti; ciò permetteva ai principi di Amberd di tenerli saldamente in loro potere. Cena libera.

 

7o giorno -  Tour della città - Visita all’Istituto dei Manoscritti  Matenadaran – Kaskad – Vernissage (un vero mercato all’aperto)  - Cena di Arrivederci - Pernottamento a Yerevan (C_P_ C)

Colazione in albergo.  Visita al Istituto dei Manoscritti (Matenadaran) - uno dei più grandi depositi del mondo di manoscritti antichi, l’orgoglio della cultura armena. La raccolta contiene circa 17.000 manoscritti e comprende quasì tutti i campi della cultura e delle scienze d’Armenia antica e medieale. Sono compresi anche dei manoscitti in arabo, persiano, greco, siriano, latino, etiopico, indiano, giapponese e in altre lingue.

 

Costruita nel 1970, Cascade è un'enorme scalinata che collega il centro di Yerevan al Parco Haghtanak e al Quartiere del Monumento. All'interno della cascata   c'è una scala mobile uguale alla lunghezza del complesso. Questa è un'opzione perfetta per coloro che non amano salire le scale, che si sentono troppo stanchi per salire le scale o sono semplicemente incapaci. All'interno del complesso si trova attualmente il Museo d'Arte di Cafesjian. La vista spettacolare che si apre da Cascade è la prima cosa che assicura la presenza di molti visitatori durante tutto l'anno e tutti i giorni. Cascade è piena di visitatori anche nelle fredde giornate invernali, naturalmente il numero di visitatori non sarà mai lo stesso di quello estivo, ma è comunque uno dei luoghi rari, che viene "popolato" anche con il freddo. Molte persone sceglieranno persino di salire le scale in caso di pioggia, non importa se pioverà pesantemente o è solo una pioggia estiva. Pranzo.

 

Il Vernissage è un mercato da non perdere: ogni fine settimana, pittori espongono all’aperto, insieme a bancarelle con manufatti di artigianato locale, fra cui ceramiche, terracotta e riproduzioni in legno delle antiche “khachkar”, croci di pietra intagliate.

 La  cena di arrivederci in un ristorante armeno con la musica folk.

 

 8o giorno  -  Trasferimento all’aeroporto - Partenza 

Trasferimento all’aeroporto. Partenza.  

Il prezzo menzionato sopra è per una persona in camera doppia (albergo 4*). Il programma è per 2 partecipanti.

 

Sgl. sup 420 USD 

Number of days: 8
Covered regions:
Yeravan
Aragatsotn
Ararat
Armavir
Gegharkunik
Kotayk
Lori
Shirak
Syunik
Tavush
Vayots Dzor
Included services:
Guide
Breakfast
Lunch
Dinner
Accommodation (Hotel/Guesthouse)
Accommodation (Homestay)
Entrance tickets (e.g. museums, parks etc.)
Beverages (non-alcoholic)
Car (with driver)
Fuel, Petrol
Bus/Train tickets
Domestic flight tickets
Not included: Travel insurance, Alcoholic beverages, Air Tickets, Visits outside the program
Transport: Minivan
Tour season:
January
February
March
April
May
June
July
August
September
October
November
December
Tour categories:
Private tours
Cultural tours
Adventure tours
Offroad tours
Sightseeing tours
Winter tours
Special Event tours
Wildlife tours
Highlight tours
Photo tours
Hiking tours
Horseback riding tours
Circle tours
Short tours
Budget tours
Languages:
English
German
French
Spanish
Italian
Japanese
Korean
Russian
Other
Payment Method

For a confirmed booking, a deposit of (10%) is required. Deposit is paid by credit card (secure payment via Stripe, no credit card fees). The remaining balance can be paid in cash upon start of the trip - unless Host & Traveler agree on different payment methods.

Cancellation Policy

Cancellations can be made free of charge up to 30 days prior to the beginning of the booked service. The deposit (10%) is only refundable if the booking is canceled at least 30 days in advance.